Header Top
Logo
Sabato 25 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • National Instruments, quando l’azienda dice grazie ai dipendenti

VIDEO
colonna Sinistra

National Instruments, quando l’azienda dice grazie ai dipendenti

Anche in Italia la "Appreciation Week" del colosso hi-tech

Milano (askanews) – Una colazione in azienda a base di crepes e waffel, a servirla ai dipendenti della National Instruments non è però un servizio di catering, bensì sono i manager della filiale italiana della multinazionale hi-tech e l’occasione è la “Appreciation Week”, ossia la settimana nella quale l’azienda ringrazia i propri dipendenti per il lavoro che svolgono. Anna Garanzini, HR Business Partner di NI: “Questi 40 anni di successi – ci ha detto – sono nulla senza lo sforzo e la collaborazione di tutti i nostri dipendenti, per cui questa vuole essere una festa per loro e abbiamo organizzato questa settimana per dire un semplice grazie, un gesto di gentilezza per poterli coinvolgere”.

Fondata in Texas nel 1976, National Instruments si occupa di alta tecnologia, sia sotto forma di componenti hardware, sia di software. Partendo dalle grandi sfide dell’ingegneria ha però sviluppato anche una cultura d’impresa che punta sulla qualità del lavoro, e per questo si affida ai parametri stilati da Great Place to Work. E se un’iniziativa come la Settimana del ringraziamento sembra per molti aspetti un classico evento all’americana, il taglio dato ad Assago è anche molto italiano. “Abbiamo voluto mantenere il nostro spirito – ha aggiunto Anna Garanzini – e non è semplicemente una declinazione americana sull’Italia ma abbiamo voluto personalizzarla perché NI è un’azienda che impiega tantissimo tempo nel cercare le risorse e lo vogliamo fare bene”.

Nel dettaglio, nel corso della Settimana, in National Instruments si alterneranno diversi momenti all’insegna di varie forme di divertimento. “Abbiamo iniziato con la colazione tutti insieme – ha concluso la manager – abbiamo previsto la giornata dello sport, la giornata della cultura, la giornata della creatività e quella del sorriso, che si conclude con un pic nic aperto anche ai familiari. Quindi abbiamo invitato le famiglie e i bambini e penso che sia una cosa davvero divertente”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su