Header Top
Logo
Domenica 23 Luglio 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Forum PA, verso nuovi modelli per la pubblica amministrazione

VIDEO
colonna Sinistra

Forum PA, verso nuovi modelli per la pubblica amministrazione

Dominici: sharing economy e internet of things

Roma, (askanews) – A pochi giorni dal Forum della Pubblica amministrazione, che si terrà a Roma dal 24 al 26 maggio, il direttore del Forum Gianni Dominici spiega i temi della 27esima edizione.

Innanzitutto, “il tema della riforma, il ministro Madia si sta impegnando fortemente in questo processo, siamo in attesa dei decreti di attuazione ma ormai il processo è avviato”, spiega Dominici. Il secondo tema è quello della pa del futuro: quale pa per quale paese. La terza gamba è pa e tecnologia che “non è un fine, ma uno strumento in grado di abilitare i processi di svecchiamento in corso”.

“Non possiamo vincere il futuro con una pubblica amministrazione del passato. Abbiamo bisogno di nuovi modelli di riferimento”. Per questo l’intervento di apertura è affidato quest’anno a Jeremy Rifkin perchè “attraverso le sue visioni noi vediamo e cogliamo alcuni processi in atto”. A cominciare dalla sharing economy, l’economia condivisa. Altro tema importantintissimo che affronta Rifkin è quello della tecnologia, dell’internet delle cose.

Dominici fa l’esempio di quello che è avvenuto nel campo della mobilità, un settore inizialmente affidato al pubblico in cui, come nelle nostre città, si sta arrivando ad un modello di economia condivisa con la partecipazione di privati, come per il car sharing. In alcuni paesi nordici poi avanza il modello della peer economy: “vicini di casa che si mettono d’accordo per usare la stessa utilitaria”, ad esempio.

L’obiettivo ultimo è arrivare ad una pubblica amministrazione più vicina ai cittadini. Questo è un vantaggio sia per i cittadini che per l’amministrazione perché è il frutto di un nuovo rapporto tra cittadino e pa. “Dobbiamo pensare che le soluzioni vengono nel momento in cui i cittadini sono pensati come portatori non solo di problemi ma anche di competenze e di soluzioni. Quando ci sarà questo cambiamento di cultura ci sarà la pa condivisa”, lo stato partner, lo stato che insieme a cittadini ed imprese gestisce e progetta nuove soluzioni, ha concluso Dominici.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su