Header Top
Logo
Martedì 21 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • L’affondo di Marino: se avessi ascoltato il Pd, sarei in cella

VIDEO
colonna Sinistra

L’affondo di Marino: se avessi ascoltato il Pd, sarei in cella

"La mia rimozione è stata una lesione della democrazia"

Roma, (askanews) – “Se avessi seguito tutti i consigli del Pd forse sarei finito in una cella d’isolamento”. L’ex sindaco di Roma, Ignazio Marino, ha riservato più di un attacco al suo partito e al presidente del Consiglio, Matteo Renzi, nel corso della presentazione del libro dedicato alla sua esperienza alla guida del Campidoglio, intitolato “Un marziano a Roma”.

“Non è né un testamento né una vendetta, è semplicemente un libro che ho scritto. Io ho un’abitudine da moltissimi anni, prendo appunti. Cerco di mettere su carta dati, concetti. Eì un’abitudine comune a quanti lavorano nel mondo accademico” ha detto del suo libro.

“C’è stato un capo del governo non eletto da nessuno, l’unico Paese dei 28 dell’Ue, che indica un commissario governativo al posto di un sindaco eletto dai centinaia di migliaia di cittadini. Credo questa sia una lesione di democrazia che è stata considerata con molta attenzione e preoccupazione dalle cancellerie di tutti i paesi stranieri” ha detto poi della sua destituzione.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su