Header Top
Logo
Venerdì 24 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Donne Fratelli d’Italia contro Renzi: condanni i fatti di Colonia

VIDEO
colonna Sinistra

Donne Fratelli d’Italia contro Renzi: condanni i fatti di Colonia

Flash mob davanti a Palazzo Chigi con i "rolex" regalati da Riad

Roma, (askanews) – “Renzi la tua dignità vale un Rolex. Le nostre donne non hanno un prezzo!”, recita lo striscione del flash mob organizzato da Fratelli d’Italia davanti a Palazzo Chigi.

Donne e sostenitori del partito presieduto da Giorgia Meloni si sono presentati con degli orologi di lusso per protestare contro il “silenzio” del governo Renzi sulle violenze avvenute la notte di Capodanno a Colonia e i Rolex ricevuti in regalo durante un viaggio del premier in Arabia Saudita, come rivelato dal Fatto Quotidiano.

“Le donne di Fratelli d’Italia sono davanti a Palazzo Chigi per denunciare la vergogna di un governo italiano che non dice una parola sui fatti di Colonia – ha attaccato Meloni – sulle centinaia di donne violentate e molestate durante la notte di capodanno da immigrati e profughi e per denunciare la vergogna di un governo italiano che va in Arabia saudita e torna a casa con una serie di Rolex, perché noi dal mondo islamico non vogliamo Rolex, non vogliamo regali, non vogliamo orologi di lusso, vogliamo semplicemente rispetto e sicurezza per le nostre donne e ci aspettiamo un presidente del Consiglio che abbia il coraggio di dire questo”.

La presidente di Fratelli d’Italia ha poi chiesto a Palazzo Chigi “di vendere quegli orologi e di dare il ricavato in beneficenza alle associazioni che si battono per la violenza contro le donne”.

“Crediamo che quanto accaduto a Colonia possa accadere ovunque, in alcuni momenti e in alcuni fatti di cronaca lo abbiamo visto accadere anche qui in Italia e purtroppo era già accaduto, a Piazza Tahrir, era già accaduto in altri momenti”.

La violenza degli uomini verso le donne italiane, che è un tema purtroppo ancora drammaticamente presente tra noi almeno a parole si condanna continuamente, in questo caso, siccome la violenza non era fatta da uomini italiani, ma da uomini islamici, non si è ritenuto neanche di doverla denunciare e io penso che questo sia molto pericoloso

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su