Header Top
Logo
Martedì 27 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Alitalia, la nuova livrea sull’ “ammiraglia” Boeing 777

VIDEO
colonna Sinistra

Alitalia, la nuova livrea sull’ “ammiraglia” Boeing 777

L'aereo bimotore più grande al mondo

Roma, (askanews) – E’ lungo come un campo da calcio, circa 63 metri: è il gigantesco Boeing 777, l’aereo più grande della flotta Alitalia, il bimotore più grande del mondo. Il primo con il nuovo disegno dell’Alitalia è appena uscito dall’hangar (Painting Hangar) dell’aeroporto di Roma Fiumicino, pronto per il primo volo verso Tokyo.

La nuova livrea è dominata dalla A tricolore sul timone, ancora più grande, con i colori della bandiera italiana che lo abbracciano quasi completamente, il disegno del marchio è più moderno, la fusoliera è color avorio perlato e ci sono delle bande inclinate progressivamente verso la coda. Altra novità, la scritta sotto la pancia che permette di riconoscere l’aereo anche quando da terra lo vediamo passare sopra la nostra testa.

Spiega Daniele Campana, capopilota Boeing 777, pilota Alitalia dall”86 e da 13 anni di Boeing 777: “Questo è l’aereo bimotore più grande del mondo che ha anche i motori più potenti del mondo”.

La compagnia ha dieci Boeing 777 che volano in tutto il mondo, da qui a primavera avranno tutti il nuovo disegno. Tra le destinazioni principali ci sono Tokyo, Buenos Aires, San Paolo, a cui nel 2016 si aggiungono Città del Messico e Santiago del Cile. Voli a lungo raggio, che possono superare le 15 ore, ma la fusoliera larga dell’ammiraglia offre spazio e comfort ai passeggeri.

“Questo aereo porta 293 passeggeri e la superficie interna della cabina passeggeri è ampia quanto circa 3 appartamenti da 100 metri quadrati l’uno”.

L’apertura alare è di circa 60 metri mentre l’altezza del timone è di circa 18, come un palazzo di sei piani. La sua autonomia a pieno carico è di circa 12.500 km. Le 12 ruote del carrello di cui due coppie sterzanti gli consentono, nonostante le dimensioni, di decollare e atterrare su piste di aeroporti non necessariamente enormi. Per decollare gli bastano 2.500 metri; i freni a carbonio garantiscono poi un’estrema capacità di frenata.

C’è tanta tecnologia italiana in questo aereo. “Questa è l’ammiraglia dell’aviazione commerciale italiana, un gioiello di tecnologia, moltissima anche italiana”.

Aerei che volano milioni di chilometri ogni anno. “Ognuno di questi aerei ogni anno fa mediamente cento volte il giro del mondo”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su