Header Top
Logo
Giovedì 23 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Smart Cities, Vicari: si parte dalle 14 città metropolitane

VIDEO
colonna Sinistra

Smart Cities, Vicari: si parte dalle 14 città metropolitane

Il sottosegretario al Mise spiega le prime misure del Piano

Roma, 16 nov. (askanews) – Come ripensare le città italiane in chiave intelligente? Le strategie legate al concetto di Smart City sono state al centro del tavolo di lavoro “Smart Cities per la digitalizzazione del Paese”, che ha rappresentato la prima occasione di confronto tra i vari protagonisti del settore. Simona Vicari, sottosegretario al Ministero dello Sviluppo economico, guiderà la task force incaricata di coordinare le politiche per la promozione delle città intelligenti. Ai microfoni di Askanews ha spiegato le prime azioni che verranno intraprese:

“Noi finalmente abbiamo messo in piedi il Piano che il Governo aveva annunciato individuando proprio una specifica delega sulle ‘smart cities’, una task force che si è occupata di coordinare, di individuare alcune misure immediate di intervento e oggi finalmente il primo incontro, soprattutto con le imprese, che per noi costituiscono un bacino fortissimo di interlocuzione, di partenariato e poi di innovazione tecnologica, di prodotti che dovranno essere messi a disposizione. Lanciando inizialmente due misure, in particolar modo quelle legate al palo intelligente, quindi all’infrastruttura che si interseca con quel che sta facendo l’Agenda digitale in tema soprattutto di banda larga, e l’altra riguarda invece l’innovazione tecnologica, la domanda intelligente, con un sistema che abbiamo messo in piedi insieme all’Agid. Ci sono pochissimi casi in Europa in cui viene offerta alle PA un tipo di prodotto per risolvere problematiche legate alla semplificazione, alla sburocratizzazione, alla tutela dell’ambiente, alla prevenzione, soprattutto dei territori e quindi anche alla riorganizzazione intelligente della città, quindi mobilità, urbanistica. Attraverso queste innovazioni che vengono messe a disposizione partendo dalle città metropolitane e quindi da 14 quartieri di 14 città metropolitane che si avvarranno di questi prodotti attraverso fondi propri o fondi del Pon Metro che saranno messi a disposizione nei prossimi anni”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su