Header Top
Logo
Giovedì 23 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Sicilia ancora in crisi e con un mercato del lavoro disastroso

VIDEO
colonna Sinistra

Sicilia ancora in crisi e con un mercato del lavoro disastroso

Il Report della Fondazione Curella: ripresa non prima del 2016

Roma, (askanews) – L’economia siciliana continua ad annaspare e ad avere un mercato del lavoro in condizioni disastrose mentre nel resto del Paese, soprattutto al Centro-Nord, ci sono segnali di ripresa.

E’ il quadro che emerge dalla 43esima edizione del “Report Sicilia”, l’analisi previsionale dell’economia siciliana, realizzata da Diste Consulting per Fondazione Curella, illustrata nella sede della Fondazione dal presidente Pietro Busetta:

“Il Paese sta uscendo fuori da questo tunnel, la Sicilia ha più difficoltà, come tutto il Mezzogiorno”. “Nel 2016 pensiamo che si cominci ad avere la ripresa, mentre il Paese già nel 2015 ha previsioni di 0,7 in più, che deriva da un incremento della parte Nord e da un decremento della parte Sud”.

Dati sconfortanti: nei primi mesi del 2015 l’occupazione è scivolata a 1 milione 310mila unità, un profondo rosso che non si toccava da decenni, mentre il tasso di disoccupazione ha toccato il 23%. In chiave macroeconomica, per tutto il 2015 s’intravede una decelerazione della recessione, con un calo del prodotto interno lordo regionale dello 0,6%, nettamente inferiore al crollo medio annuo di oltre il 3% del precedente triennio. Ma le stime sul mercato del lavoro preannunciano un’ulteriore accentuazione degli squilibri, con l’occupazione che arretra per il nono anno consecutivo. Solo nel 2016 le condizioni economiche dell’Isola dovrebbero cominciare a cambiare in meglio, recuperando piccole frazioni delle smisurate perdite subite dalla recessione.

Per Busetta oltre al problema del lavoro ci sono tanti settori in sofferenza:

“Parliamo di agricoltura, industria, che è in profondo rosso, edilizia, che ha bisogno di riprendersi e vediamo un governo regionale che di queste cose si occupa poco”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su