Header Top
Logo
Giovedì 27 Luglio 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Grecia, dall’Eurogruppo no a proroga aiuti. “Rottura unilaterale”

VIDEO
colonna Sinistra

Grecia, dall’Eurogruppo no a proroga aiuti. “Rottura unilaterale”

Bocciata la richiesta di Tsipras di arrivare fino al referendum

Roma, (askanews) – L’Eurogruppo dei ministri delle Finanze ha respinto la richiesta della Grecia di vedersi concedere una proroga del programma di aiuti fino al referendum, annunciato da Alexis Tsipras per il 5 luglio. Le reazioni negative al colpo di mano del premier sono arrivate subito, come era prevedibile, e il no dell’Eurogruppo, complica ulteriormente le cose. Dopo una pausa i ministri torneranno a riunirsi, probabilmente senza la Grecia, ma si fa sempre più concreto il rischio di una insolvenza sul pagamento di 1,6 miliardi di euro che i greci devono versare entro il 30 giugno al Fondo monetario internazionale.

Il ministro tedesco Wolfgang Schaeuble ha parlato di “una rottura unilaterale” del negoziato.

“Il programma di aiuti si concluderà martedì”, ha detto, “eravamo venuti qui per cercare di negoziare sulla base di una posizione unitaria con la Grecia, ma il governo greco, se capisco bene, ha messo termine unilateralmente al negoziato”.

Il commissario agli Affari economici Pierre Moscovici prima dell’Eurogruppo aveva cercato in qualche modo di lasciare aperta una porta, ammettendo però che la mossa greca ha interrotto il negoziato.

Anche la direttrice del Fondo monetario internazione, Christine Lagarde, aveva cercato di evitare toni da epilogo. “Si continuerà a lavorare per cercare un accordo che consenta di aiutare la Grecia – aveva detto, ma ha anche sottolineato che – questo deve poggiare su riforme strutturali e risanamento da parte dei greci e sostegno finanziario e operazioni sul debito per renderlo sostenibile da parte dei partner europei”

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su