Header Top
Logo
Venerdì 24 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Bianchi e Nardi, 5 giovani al comando dell’azienda di pelletteria

VIDEO
colonna Sinistra

Bianchi e Nardi, 5 giovani al comando dell’azienda di pelletteria

Terza generazione lancia collezione di borse in pellami pregiati

Milano, (askanews) – Cinque trentenni alla guida della Bianchi e Nardi, storica azienda della pelletteria made in Italy fondata nel 1946 a Firenze da Mario Bianchi e Aldemaro Nardi. La terza generazione della famiglia ha preso il comando dell’azienda, entrando nel consiglio di amministrazione e ricoprendo le cariche principali: a Milano, nello showroom nel quadrilatero della moda, ha presentato la nuova collezione di borse di lusso del brand Bianchi e Nardi 1946, che segna un cambio di strategia. Laura Nardi, presidente e account manager: “La terza generazione ha come obiettivo riunire le due anime dell’azienda: lavorando sul be to be aumentanto il parco clienti sia ideando, producendo e commercializzando una linea indipendente”.

Nella nuova collezione di borse in pelle e pellami pregiati, forme, materiali e lavorazioni si uniscono in un prodotto d’alta gamma, simbolo della qualità e della tradizione pellettiera fiorentina. L’azienda nel 2014 ha totalizzato 30 milioni di euro di ricavi (+17,4%) e un utile prima delle imposte di 3,6 milioni (+19%).

“Ci piacerebbe proporre un prodotto di lusso che sia anche accessibile, sia dal punto di vista di prezzo sia per una fascia di età più ampia. Come entry price per il pitone parliamo di 700 euro, per la pelle più pregiata che è il coccodrillo arriviamo sui 3mila euro”.

Il gruppo ha aderito al programma Elite di Borsa italiana per avvicinarsi al mercato dei capitali e accelerare l’internazionalizzazione: si punta al mercato statunitense e in Asia a Corea, Giappone e Cina.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su