Header Top
Logo
Domenica 19 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Emirates, impatto per economia italiana di oltre 747 milioni

VIDEO
colonna Sinistra

Emirates, impatto per economia italiana di oltre 747 milioni

Il calcolo di uno studio di Frontier Economics

Milano (askanews) – E’ di oltre 747 milioni di euro l’impatto sull’economia italiana delle attività di Emirates, la compagnia aerea di Dubai. Lo ha calcolato uno studio di Frontier Economics, su dati del 2013, che ha analizzato il peso di Emirates sul Pil dei paesi europei toccati dai suoi collegamenti per misurare l’effetto “moltiplicatore” – diretto, indiretto e indotto – sulle diverse economie.

A livello Europeo il peso di Emirates è ancora più sensibile, 6,8 miliardi di euro, con una ricaduta importante sui posti di lavoro, come spiega Fabio Maria Lazzerini, country manager di Emirates in Italia: “Molto interessante è il dato sui posti di lavoro circa 85 mila che sono direttamente o indirettamente collegati a Emirates. Ai quali si aggiungono altri 41 mila solo nel 2013 legati alla produzione di Airbus 380 di cui Emirates è il principale committente se non il più grande in assoluto”.

Emirates ha circa il 50 per cento della flotta mondiale di Airbus 380: e questa produzione è stata pesata in altri 3,4 miliardi di Pil a livello europeo, da attribuire sempre all’indotto delle attività Emirates. “In Italia noi produciamo circa 747 milioni di euro di fatturato di prodotto, diamo da lavorare a circa 10mila persone Questo comprende anche le persone che occupiamo direttamente: in questo momento soltanto tra piloti e equipaggi impieghiamo circa 126 piloti e 353 persone come equipaggio”.

Si tratta di dati che delineano un ruolo chiave dell’Italia sul mercato europeo di Emirates. “L’Italia è il terzo Paese più importante in Europa, si tenga presente che l’Inghilterra è in assoluto il paese più importante. Poi l’Italia è il terzo paese più importante; più grande della Francia, ed è il settimo Paese in termini di grandezza di fatturato e di profittabilità delle rotte a livello mondiale. E’ un paese importante su cui stiamo investendo molto: Fiumicino, Milano, Venezia. E in Italia siamo sempre alla ricerca di nuove opportunità di business”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su