Header Top
Logo
Mercoledì 29 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Alluvione Genova, Paita: “Non spettava a me dare l’allerta”

VIDEO
colonna Sinistra

Alluvione Genova, Paita: “Non spettava a me dare l’allerta”

"Ho chiarito tutto, distinguere funzione politica e tecnica"

Roma, (askanews) – Quattro ore nel Tribunale di Genova: tanto è durato l’interrogatorio di Raffaella Paita, assessore regionale alla Protezione civile e candidata del centrosinistra alla presidenza della Regione Liguria, accusata di omicidio colposo e disastro colposo nell’ambito dell’inchiesta sull’alluvione che ha colpito il capoluogo ligure lo scorso 9 ottobre e che ha provocato una vittima e danni per centinaia di milioni di euro.

“Penso che l’allerta sia un compito che non spetta alla politica, spetta alla tecnica sulla base di norme molto precise che vanno dallo statuto della Regione fino a una legge del 2000 che prevede chiaramente l’assegnazione di questa funzione agli organi tecnici. Sono per la separazione delle funzioni, con grande fiducia rispetto il lavoro che stanno facendo i magistrati. Credo di aver chiarito ogni elemento”.

L’assessore regionale ha affermato di aver chiarito tutto con i pm: “Non c’è da parte mia una volontà di nascondermi, nè di non fare il mio dovere ma nemmeno di andare oltre. Credo che non sarebbe nell’interesse dei cittadini. Ciascuno dentro i propri confini: io quello politico, la tecnica in quello tecnico abbiamo cercato di adoperarci. Chiaramente ora verranno fatte delle valutazioni, questi sono atti complessi. Bisogna scindere molto bene il ruolo dell’una e dell’altra e penso che la politica non avesse il ruolo di dare l’allerta”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su