Header Top
Logo
Venerdì 23 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Salone del Mobile, Cappellini presenta paesaggi d’interni

VIDEO
colonna Sinistra

Salone del Mobile, Cappellini presenta paesaggi d’interni

L'art director: parola libertà identifica il consumatore di oggi

Rho-Pero, (askanews) – Due paesaggi lounge. È il concept dell’allestimento di Cappellini al Salone del Mobile 2015: il primo è dedicato alla nuova collezione Panda Landscape disegnata da Paola Navone, il secondo alle novità 2015. Fanno da cornice 10 involucri che riproducono ambienti domestici organizzati per famiglie di prodotto.

“Non abbiamo voluto presentare dei singoli prodotti ma, come sono solito dire, creare dei paesaggi. Sempre di più il mercato sta entrando non solo nel residenziale, ma anche nelle lounge degli aeroporti, degli alberghi, degli uffici: abbiamo voluto cercare di raccontare dei paesaggi di interni” ha spiegato ad askanews Giulio Cappellini, art director dell’azienda.

Nel lavoro realizzato da Cappellini sono coinvolti designer storici, che collaborano con il marchio da tanti anni come Paola Navona e Jasper Morrison e Piero Lissoni, ma ci sono anche dei giovanissimi nuovi nomi, italiani e stranieri.

Si parte da un approccio del consumatore che è molto cambiato. “In passato le persone volevano avere tutte la stessa casa o lo stesso ufficio, come i loro amici o i loro congiunti, oggi vogliono avere una casa molto diversa, che rispecchi la personalità, lo spirito, la cultura e la tradizione: quindi libertà è la parola che identifica il consumatore di oggi.

Dobbiamo cercare di fare dei prodotti che possano funzionare in diverse località del mondo, noi esportiamo l’80% dei nostri manufatti”.

Non vale più, rispetto al passato, neanche l’equazione tra design e alto prezzo: “L’importante è riuscire ad avere il giusto rapporto. Cappellini quest’anno presenta una sedia di Morrison che costa 190 euro, una poltroncina di Zorzenoni che ne costa 350 e altri pezzi estremamente costosi perchè hanno pezzi di lavorazione artigianale. L’importante è raccontare al consumatore finale, per aiutarlo a scegliere, tutto quello che c’è alle spalle”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su