Header Top
Logo
Giovedì 29 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Class Editori punta su WeChat per le aziende italiane in Cina

VIDEO
colonna Sinistra

Class Editori punta su WeChat per le aziende italiane in Cina

L'editore diventa socio di WeToBusiness

Milano (askanews) – Nuovi strumenti per aiutare le aziende italiane a farsi largo nel mercato cinese. Class Editori diventa socio di WeToBusiness, il veicolo operativo di WeChat in Italia. La partnership fra la casa editrice e l’official reseller, oltre alla partecipazione di Class al capitale prevede l’offerta di servizi, basati sulla piattaforma WeChat, rivolti alle aziende italiane che vogliono sfruttare le opportunità del mercato cinese. Andrea Ghizzoni, direttore per l’Italia di WeChat, spiega le potenzialità dello strumento di messaggistica.

“La quasi totalità dei possessori di uno smartphone in Cina, e quindi delle persone che più facilmente hanno una capacità di spesa per permettersi prodotti italiani usa quasi quotidianamente WeChat”.

Paolo Panerai, Ceo di Class Editori. “Abbiamo capito, frequentando continuamente i cinesi ed essendo la casa editrice che ha più di ogni altra rapporti e iniziative con la Cina, che WeChat è la Cina. Tanto è vero che un importante diplomatico italiano dice che se qualcuno in Cina non ha ha un account su WeChat non esiste”.

L’obiettivo è quello di offrire una presenza su WeChat anche in Cina ad aziende italiane che non dispongono di un’entità legale in loco. Presenza finora impossibile per le norme cinesi. E uil business corre, anche nell’ex Celeste impero, sempre più lungo il filo del Web.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su