Header Top
Logo
Giovedì 23 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Alfano: creare in Africa centri richiesta asilo in Ue

VIDEO
colonna Sinistra

Alfano: creare in Africa centri richiesta asilo in Ue

Screening in loco per equa ripartizione

Roma, (askanews) – Potrebbe essere una svolta epocale nelle politiche di immigrazione europea: l’ha presentata a Bruxelles il ministro dell’Interno Angelino Alfano. Si tratta di istituire direttamente in Africa dei centri di screening dove chi fugge dalle guerre e dalle persecuzioni possa presentare domanda di asilo. Aprire i centri rifugiati su territorio africano potrebbe evitare a migliaia di persone di mettersi in mare per giungere in Europa.

“Quando si parla dei campi e dei profughi non si tratta di una missione di polizia, si tratta di una missione umanitaria che consenta all’Europa di fare lì uno screening e di sottrarre un bacino di mercato enorme ai mercanti di morte e ai trafficanti di esseri umani, perché è chiaro che se si agisce lì e non partono i trafficanti di esseri umani non possono vendere il biglietto” ha detto il ministro.

Il problema è che la proposta ha il favore della Commissione Europea ma non è chiaro quanti dei paesi membri siano pronti ad aderire. Attualmente i migranti possono chiedere asilo solo nel primo paese europeo in cui arrivano; per chi arriva per mare questo significa per lo più l’Italia. Inoltre bisognerebbe garantire ai richiedenti condizioni di sicurezza in paese dove la situazione politica è caotica come la Libia.

“Nel momento in cui ci sarà il sì politico a questa proposta, dal punto di vista tecnico si individueranno le soluzioni”. Infine parlando delle cifre dell’agenzia Frontex, secondo cui ci sarebbero fra 500mila e un milione di migranti pronti a partire dalla Libia, Alfano è tornato a ribadire la linea del governo Renzi: l’unica via è quella della diplomazia: “Se non si risolve la questione libica è inutile parlare di immigrazione con una speranza di bloccare le partenze”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su