Header Top
Logo
Domenica 19 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Siena Biotech, la sede occupata dai dipendenti licenziati

VIDEO
colonna Sinistra

Siena Biotech, la sede occupata dai dipendenti licenziati

L'azienda aveva richiamato in Italia ricercatori in fuga

Siena (askanews) – Anni di lavoro per combattere il morbo di Huntington rischiano di andare in fumo, senza contare quella cinquantina di dipendenti in via di licenziamento. E’ la triste realtà di Siena Biotech, l’azienda nata in Toscana per sviluppare soluzioni farmacologiche nel campo della ricerca scientifica sulle malattie rare. Prima che fosse messa in liquidazione in febbraio era un raro esempio di una realtà che aveva richiamato in Italia i ricercatori in fuga per un lavoro di altissimo livello. Ora la Fondazione Monte dei Paschi, socio unico di Siena Biotech, ha disposto il licenziamento collettivo di tutti i ricercatori. Rosaria Remelli, dopo il dottorato a Oxford era tornata in Italia nel 2006, attratta da questa sfida.

“Fra le varie opportunità che ho trovato in Europa, una era Siena biotech che a quei tempi era un’azienda in crescita con grande disponibilità economica e piena di ricercatori stranieri di ottimo livello”, ha spiegato.

Lo stop ha investito anche progetti importanti nella cura di malattie rare e neurodegenerative. Per Rosaria e i suoi colleghi il futuro è nuovamente una grossa incognita. Si ricomincia con l’invio di curriculum, “sicuramente anche all’estero”, ha detto amareggiata la ricercatrice. Intanto la protesta dei dipendenti di Siena Biotech continua, nella speranza di un intervento delle istituzioni. “Il pubblico deve cercare di aiutare a mantenere viva la ricerca per dare qualche speranza, se non a noi almeno a chi è all’università adesso e spera di trovare un lavoro dopo la laurea”. L’azienda è occupata e fuori dalla sede si organizzano petizioni in favore dei dipendenti di Siena Biotech.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su