Header Top
Logo
Martedì 28 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Un Osservatorio sul riciclaggio e finanziamento del terrorismo

VIDEO
colonna Sinistra

Un Osservatorio sul riciclaggio e finanziamento del terrorismo

Alla Luiss di Roma. Minniti: riciclaggio è minaccia a democrazia

Roma, (askanews) – Si è parlato di lotta al riciclaggio internazionale e di finanziamento del terrorismo all’Università Luiss di Roma, in un convegno in cui è stata anche presentata la nascita di un Osservatorio permanente della Fondazione Bruno Visentini e dell’Aira. L’Osservatorio, coordinato dal prof. Ranieri Razzante, uno dei maggiori esperti italiani in materia, vuole essere uno strumento tecnico-operativo al servizio della società civile e delle istituzioni per prevenire e contrastare il fenomeno del riciclaggio. Il direttore generale della Luiss, Giovanni Lo Storto:

“Un progetto di ricerca incentrato su temi di grande rilievo, riciclaggio internazionale, finanziamento del terrorismo, strumenti di contrasto a questi fenomeni e la presentazione dei risultati di questa analisi”. “E la nascita di un Osservatorio permanente che continuerà a lavorare su questi fenomeni così rilevanti”.

Il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, con delega ai Servizi segreti, Marco Minniti, ha lanciato un allarme sulla minaccia che deriva da questo particolare fenomeno di illegalità, che va contrastato in tutti i modi:

“L’azione di contrasto al riciclaggio di denaro è strettamente connessa alla tenuta della democrazia. Bisogna contrastare coloro che principalmente agiscono nel campo del riciclaggio, le organizzazioni che fanno riferimento alla criminalità organizzata e l’Italia in questo campo purtroppo ha una certa capacità di attività”.

Minniti ha parlato anche di terrorismo e di Isis, spiegando che si tratta di una nuova minaccia e di una struttura profondamente diversa da Al-Qaeda, ua minaccia che si può vincere solo agendo su vari livelli: militare, sul piano della prevenzione e dell’iniziativa diplomatica e politica, e con la consapevolezza dell’opinione pubblica sui valori della nostra società e delle nostre democrazie.

“Tra qualche settimana un gruppo di giovani saranno assunti direttamente nei Servizi segreti, non attraverso le forze di polizia o i canali tradizionali, ma per la prima volta attraverso domande online”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su