Header Top
Logo
Lunedì 20 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Mafia, sigilli a Palermo al ristorante dei boss

VIDEO
colonna Sinistra

Mafia, sigilli a Palermo al ristorante dei boss

Sequestrati beni per 10 milioni, nel mirino due imprenditori

Palermo (askanews) – Alle tavole di questo ristorante sedevano assieme i boss mafiosi per parlare di affari o per stringere accordi. I carabinieri del nucleo investigativo e del Gico della guardia di finanza di Palermo hanno messo i sigilli al locale Cucì, ex Bucatino , di via Principe di Villafranca. Sotto sequestro anche il bar/tabacchi Tabacco & caffè e il locale Jazz and Chocolate. Nel mirino due personaggi ritenuti vicini a Cosa Nostra. Il primo è Luigi Salerno, 68 anni, costruttore edile, affiliato alla famiglia di Porta Nuova, condannato in via definitiva per mafia ed estorsione a 9 anni. Il secondo destinatario del provvedimento è suo genero, Maurizio De Santis, 50 anni, arrestato nell’aprile dello scorso anno per l’estorsione ai danni della chef Bonetta Dell’Oglio, che gestiva il ristorante Cucì. In tutto sono stati sequestrati beni per 10 milioni di euro.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su