Header Top
Logo
Venerdì 23 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Nata la nuova Alitalia, Montezemolo: raggiungere l’utile nel 2017

VIDEO
colonna Sinistra

Nata la nuova Alitalia, Montezemolo: raggiungere l’utile nel 2017

L'Ad di Etihad, James Hogan: è l'ultima occasione per salvarla

Roma (askanews) – Piani “ambiziosi” ma concreti, quelli di Luca Cordero di Montezemolo. Il presidente di Alitalia ha tenuto a battesimo il nuovo vettore aereo nato dalla fusione della ex compagnia di bandiera italiana con gli arabi di Etihad. “Un’azienda – ha continuato Montezemolo – per essere competitiva deve creare valore e ricchezza e non essere più dipendente dalle banche o da altri sostegni”.

“Alitalia, lo dice la parola stessa, racchiude il nostro Paese. È stat, è e deve diventare sempre di più una interprete dell’Italia nel mondo”. La nuova Alitalia – secondo l’Ad Silvano Cassano – potrà contare su nuove rotte e maggiori frequenze soprattutto verso Asia e Nord America mentre sarà rafforzata la collaborazione con Air France e verranno studiate nuove alleanze strategiche. Presto in arrivo anche nuovi aerei a lungo raggio, mentre 14 Airbus A320 saranno ceduti ad AirBerlin.

“Non avremmo investito in Alitalia se non fossimo stati convinti del successo del suo piano industriale – ha detto il numero uno di Etihad, James Hogan – questa è l’ultima possibilità di salvare Alitalia, serve un cambiamento radicale del modo di lavorare per abbassare i costi e aumentare la produttività”.

C’è stato tuttavia anche qualche momento di contestazione quando Fabio Frati della Confederazione unitaria di base ha inscenato una piccola protesta. “Con scelte manageriali sbagliate hanno distrutto la compagnia – ha tuonato il sindacalista – eravamo i più produttivi, con i migliori piloti e migliori meccanici del mondo e guardate come ci hanno ridotto”

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su