Header Top
Logo
Giovedì 22 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Napoli, morta giovane immigrata di colore respinta da un ospedale

VIDEO
colonna Sinistra

Napoli, morta giovane immigrata di colore respinta da un ospedale

La 30enne sarebbe stata allontanata dai vigilantes a Pozzuoli

Napoli (askanews) – Respinta da un ospedale, muore poco dopo in un’altra struttura sanitaria, dov’era giunta ormai in condizioni critiche. È giallo a Napoli sulla morte di una donna di 30 anni, originaria dello Zimbabwe e residente a Castel Volturno, nel Casertano, avvenuta all’ospedale San Paolo, probabilmente per infarto.

Su indicazione della Procura partenopea, i carabinieri stanno indagando sulle circostanze che hanno portato al decesso della giovane immigrata. Secondo alcune testimonianze, infatti, prima di arrivare al San Paolo la donna era stata allontanata dalle guardie giurate dell’ospedale di Santa Maria delle Grazie a Pozzuoli.

La ragazza era stata accompagnata lì dopo aver accusato forti dolori al petto ma respinta dai vigilantes sarebbe dapprima tornata a casa per poi farsi portare, dopo circa 3 ore di calvario, al San Paolo, in condizioni ormai disperate, come spiega il dott. Antonio De Martino.

“È arrivata la paziente accompagnata da amici – spiega – una signora di 30 anni, di colore. Era già in una fase di gasping respiratorio, per cui è stata soccorsa in codice rosso e dopo le rituali manovre di rianimazione, è deceduta”.

L’Autorità giudiziaria ha disposto il sequestro della salma e della cartella clinica e sta acquisendo le immagini delle telecamere di videosorveglianza dell’ospedale di Pozzuoli per trovare riscontro a quanto accaduto e accertare eventuali responsabilità. Gli investigatori ascolteranno anche i familiari della donna e i vigilantes di turno presso l’ospedale di Pozzuoli, oltre agli eventuali testimoni.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su