Header Top
Logo
Martedì 27 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Family Audit, dal Trentino modello per conciliare lavoro-famiglia

VIDEO
colonna Sinistra

Family Audit, dal Trentino modello per conciliare lavoro-famiglia

Provincia e min. Lavoro firmano secondo bando nazionale

Trento (askanews) – Dal Trentino arriva un modello di conciliazione tra lavoro e famiglia da “esportazione”. La Provincia di Trento in accordo con la Presidenza del Consiglio dei ministri trasferisce a livello nazionale il percorso di certificazione Family Audit, che permette ad organizzazioni pubbliche e private di verificare e migliorare la gestione del personale favorendo la conciliazione delle esigenze di lavoro e famiglia.

Il Protocollo per il secondo bando nazionale a favore di chi vuole attivare il percorso è stato firmato a Trento da Franca Biondelli, sottosegretario al Lavoro e politiche sociali con delega alle politiche familiari, e dal presidente della Provincia autonoma di Trento, Ugo Rossi, nell’ambito del PreFestival della famiglia.

Per incentivare le organizzazioni ad aderire, in tempi di crisi, sono stati ridotti del 20 percento i costi della certificazione, inclusi i compensi per consulenti e valutatori. Per la sperimentazione nazionale lo stanziamento complessivo è di 450mila euro, 350mila a carico del Dipartimento per le politiche della famiglia della Presidenza del consiglio e 100mila della Provincia autonoma di Trento. 50 organizzazioni sinora hanno affrontato l’iter previsto e 42 hanno acquisito la certificazione base nel 2013. La cooperativa Vales s.c.s è tra le 5 a cui, per l’occasione, sono stati consegnati i certificati base Family Audit.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su