Header Top
Logo
Mercoledì 22 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Sit-in lavoratori della Giustizia: serve riscrittura ordinamento

VIDEO
colonna Sinistra

Sit-in lavoratori della Giustizia: serve riscrittura ordinamento

Dopo 20 anni di blocco, ora avanzamento carriera

Roma, (TMNews) – Inserire, nella riforma della giustizia, la riscrittura dell’ordinamento professionale del personale giudiziario, con un adeguato avanzamento della carriera, dopo 20 anni di blocco: i “Comitati per la giustizia” sono scesi in piazza, davanti a Montecitorio, per protestare contro la politica, il governo, e il ministro della Giustizia e per chiedere, con un atto legislativo, di inserire la riscrittura dell’ordinamento. Il sit-in è stato promosso da comitati spontanei. In prima fila Cisal e Flp. Paola Saracena, responsabile nazionale del dipartimento ministeri della Cisal accusa l’esecutivo:

“Il governo sta pensando di rifare una riforma, ennesima, della giustizia senza considerare che chi porta avanti la giustizia sono i lavoratori e il personale”.

Piero Piazza, segretario generale di Flp Giustizia, spiega il motivo della protesta:

“Siamo qui per chiedere risorse a questo governo. Non si possono effettuare tagli lineari, bisogna tenere conto che la giustizia, come la sanità e la scuola, sono elementi essenziali per la democrazia in una nazione. Chiediamo più risorse per la giustizia e un’attenzione assoluta al personale”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su