Header Top
Logo
Venerdì 24 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Padoan ai giovani imprenditori: legge di stabilità senza sorprese

VIDEO
colonna Sinistra

Padoan ai giovani imprenditori: legge di stabilità senza sorprese

Gay: apriamo una nuova fase di confronto con il sindacato

Napoli (Askanews) – Il ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, sceglie la platea dei Giovani di Confindustria a Napoli per annunciare che la risposta del Governo ai rilievi della Commissione europea sulla legge di stabilità arriverà presto.

“La risposta sarà inviata rapidamente, non so se entro oggi, forse lo facciamo un giorno dopo. La Commissione Europea è stata già avvertita e la risposta la vedrete fra poco”.

Padoan è aperto a miglioramenti ma chiede che l’impostazione della manovra resti così com’è senza stravolgimenti o sorprese.

“La legge di stabilità è di dominio pubblico, non ci sono sorprese. Io mi auguro che il dibattito parlamentare possa inevitabilmente portare miglioramenti e questo è nell’interesse di tutti, ma che soprattutto sia mantenuta la sostanza compatta di questa legge”.

Il ministro dell’Economia non risparmia qualche critica a chi non vede nei provvedimenti del Governo una strategia di politica economica. Il suo intervento non ha un destinatario particolare, ma a fare un riferimento più diretto è il presidente dei Giovani imprenditori, Marco Gay, che alla vigilia della manifestazione di Roma sollecita la Cgil ad abbandonare un’impronta ideologica e la piazza, per difendere il lavoro e scommettere sul futuro:

“Apriamo una nuova fase di confronto con il sindacato per aumentare la produttività. Convinciamoli che invece di scendere in piazza domani per difendere ideologie, possono collaborare con noi per difendere il lavoro e le imprese”.

I Giovani di Confindustria per Gay sognano un Paese nuovo, chiedono alle istituzioni di ricostruire l’Italia:

“C’è un paese da cambiare, c’è un paese da ricostruire. Tutto è complesso, ma niente è impossibile. L’Italia ha disperatamente bisogno che alle parole seguano più fatti”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su