Header Top
Logo
Sabato 25 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Nei cieli del Maryland le Flying Fortress tengono ancora la rotta

VIDEO
colonna Sinistra

Nei cieli del Maryland le Flying Fortress tengono ancora la rotta

Il volo di un B-17, bombardiere della Seconda guerra mondiale

Milano, (Askanews) – Le Fortezze volanti tengono ancora la rotta. Il Boeing B-17, uno dei più mitici bombardieri pesanti della Seconda guerra mondiale, venne impiegato dall’aviazione statunitense nelle campagne di bombardamento strategico contro bersagli tedeschi e giapponesi di tipo industriale, civile e militare, aprendo la strada della vittoria contro Germania e Giappone.

Il B-17 fu il primo aereo ad essere prodotto e moltiplicato nelle catene di montaggio delle fabbriche di armamenti statunitensi, come spiega George Daubner, pilota di Fortezze volanti: “È un aereo unico, per data di progettazione e costruzione. Solo dieci anni prima del 1934, gli aerei erano fatti di tubi, di legno e di tela. Questo fu uno straordinario balzo in avanti a livello tecnologico, sia a livello di avionica sia dei ragazzi che li pilotavano”.

Dei 12.732 B-17 costruiti dagli anni ’30 al 1945, solo una dozzina sono ancora in grado di volare, come “Aluminum Overcast” che decolla da Easton, in Maryland, per i turisti. Una volta ai comandi si trovavano ragazzi di 21-22 anni che partivano per le loro missioni sapendo di avere il 30% di probabilità di non fare ritorno: “Fino al modello G non era prevista alcuna blindatura, spiega un membro dell’equipaggio di “Aluminum Overcast”, e anche quella era parziale. L’aereo era fatto solo di alluminio e la contraerea trapassava facilmente la sua pelle leggera”.

Ma ancora oggi volare su una fortezza volante è un’ebbrezza che crea dipendenza: “Non ho mai visto nessuno, sottolinea Daubner, scendere da questo aereo senza un largo sorriso stampato sulla faccia. Tutti lo amano, tutti amano le forme, i rumori e gli odori di un B17”.

(Immagini Afp)

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su