Header Top
Logo
Giovedì 29 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Pmi e Paesi Arabi, opportunità se si fa sistema

VIDEO
colonna Sinistra

Pmi e Paesi Arabi, opportunità se si fa sistema

Workshop a Roma, viceministro Calenda conferma sostegno export

Roma (TMNews) – Nel 2025 un terzo della popolazione mondiale sarà di fede musulmana e già oggi l’economia Made in Islam, tra finanza islamica e la cosiddetta Halal Economy, di fatto controlla tutti i mercati a più veloce crescita. In questo scenario il ruolo dei Paesi Arabi per l’export delle piccole e medie imprese italiane diventa fondamentale, come è emerso in un workshop promosso a Roma da NTCM Studio Legale Associato, alla ricerca di una maggiore operatività delle Pmi italiane sui mercati del Golfo e del Medio Oriente, come ha rilevato l’ambasciatore Antonio Badini tra i protagonisti dell’evento nella sua triplice veste di vicepresidente Isiamed, di presidente dell’Associazione Italia-Egitto e di candidato alla presidenza della Camera di Commercio Italo-Araba. Parole d’ordine per essere vincenti, basta alle operazioni saltuarie casuali per fare invece finalmente sistema muovendosi, come ha segnalato il viceministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda che ha confermato il sostegno all’export italiano con 150 mln di euro per l’anno prossimo, con concretezza e in maniera finalmente coordinata.

“Il Governo deve accompagnare e proteggere gli investimenti delle nostre imprese – ha detto Calenda – specialmente in alcuni di questi Paesi, selezionando quelli dove si può andare senza rischi e quelli dove invece è meglio dire no. A conferma dell’impegno del Governo, tra pochi giorni sarò in Marocco con una delegazione di oltre 200 aziende, ma oltre al Marocco sono interessanti i Paesi del Golfo dove lavoreremo sulla grande distribuzione per portare più prodotti delle Pmi italiane sugli scaffali”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su