Header Top
Logo
Lunedì 20 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Spazio, Samantha Cristoforetti presenta gli esperimenti italiani

VIDEO
colonna Sinistra

Spazio, Samantha Cristoforetti presenta gli esperimenti italiani

Dal 23 novembre la prima donna astronauta italiana in orbita

Milano, 3 ott. (TMNews) – Andare nello Spazio è un po’ come tornare bambini. Ne è convinta l’astronauta italiana dell’Esa, Samantha Cristoforetti, capitano pilota dell’Aeronautica Militare e prima donna astronauta italiana, che nel corso di un incontro a Roma ha illustrato alla Stampa alcuni degli esperimenti italiani che condurrà a bordo della Stazione Spaziale Internazionale, nel corso della missione dell’Agenzia Spaziale Italiana “Futura”, durante la quale Samantha sarà a disposizione della Scienza a tutto tondo.

“Noi astronauti siamo come dei tecnici di laboratorio, siamo quelli che praticamente ci mettiamo le mani, gli occhi, la presenza fisica però è chiaro che tutta la parte scientifica viene vista dagli scienziati a terra, poi siamo paramedici, elettricisti, operatori del braccio robotico e facciamo le pulizie. È chiaro che siamo soltanto noi là sopra e dobbiamo fare tutto”.

Gli esperimenti riguarderanno lo studio della fisiologia umana in microgravità, della nutrizione e di nuove tecnologie. Tra i più attesi, questa stampante 3D e l’ormai famosa macchinetta da caffé spaziale ISSpresso, che oltre alla tecnologia porta in orbita anche un po’ del gusto e delle abitudini “Made in Italy”.

“Abbiamo creato questa macchinetta non solo per il piacere degli

astronauti ma anche per provare in microgravità che cosa succede, anche la generazione della famosa crem,a sarà tutto da scoprire”.

Samantha Cristoforetti partirà per la Iss il 23 novembre 2014, a bordo di una navetta Sojuz lanciata dal poligono russo di Baikonur, in Kazakhstan. Futura, come ha confermato il presidente dell’Asi Roberto Battiston, non sarà l’ultima missione italiana nello Spazio, ma ne sono già previste altre due, in collaborazione con Nasa ed Esa, tra il 2018 e il 2019.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su