Header Top
Logo
Mercoledì 22 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Meno di un italiano su due in età da lavoro ha un impiego

VIDEO
colonna Sinistra

Meno di un italiano su due in età da lavoro ha un impiego

Cgil: Tasso di occupazione 48,7%, superiore solo alla Grecia

Milano, TMNews) – Meno di un italiano su due in età dalavoro ha un impiego. Il nostro Paese ha un tasso di occupazionedel 48,7%, superiore solo a quello della Grecia, dove però iltasso di disoccupazione supera il 25%, e si colloca al penultimoposto nell’Eurozona. Uno studio dell’Associazione Bruno Trentin della Cgil analizza l’anomalia del tasso di occupazione. Nel nostro Paese, infatti, a un tasso di disoccupazione sostanzialmente in linea con la media europea (12,2% in Italia e 11,9% nell’Eurozona a 18, secondo i dati del 2013) corrisponde un tasso di occupazione di quasi 8 punti inferiore rispetto alla media europea (48,7% in Italia, 56,2% nell’Eurozona a 18, secondo i dati del 2013).La peculiarità italiana appare ancora più chiara osservando idati relativi ad alcuni dei paesi europei più colpiti dallacrisi, come Spagna, Grecia, Portogallo e Irlanda, dove il tassodi disoccupazione registrato lo scorso anno è superiore alnostro, ma anche il tasso di occupazione, con la sola eccezionedella Grecia, è più alto di quello italiano.L’anomalia italiana si spiega con l’altissima percentuale di popolazione inattiva, che nel nostro Paese supera il 44% a fronte di una media europea del 36%. In Italia ci sono, infatti, circa 20 milioni di persone (età compresa tra i 15 e i 74 anni) che si trovano in condizioni molto diverse e che comprendono anche studenti, pensionati, casalinghe o persone che semplicemente non cercano e non sono disponibili a lavorare. Tra queste, però, quelle inattive che vorrebbero lavorare, ricomprese dall’Istat nelle forze di lavoro potenziali, sono oltre 3,2 milioni.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su