Header Top
Logo
Lunedì 26 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Il piano Fiat-Chrysler di Marchionne: 50 mld di investimenti

VIDEO
colonna Sinistra

Il piano Fiat-Chrysler di Marchionne: 50 mld di investimenti

Gli stabilimenti italiani saranno usati a pieno regime

Milano, (TMNews) – Più che un nuovo capitolo è un nuovo libro. Sergio Marchionne, ad di Fiat e Chrysler, presenta così il piano industriale 2014-2018 di Fca nella quartier generale della Chrysler, di Auburn Hills in Michigan. 50 miliardi di investimenti in 5 anni, ma anche la garanzia di lavoro a pieno regime per tutti gli stabilimenti italiani. Intorno a questi due pilastri ruota il nuovo corso del gruppo automobilistico firmato Marchionne. A chiarire in 5 punti gli obiettivi del prossimo quinquennio è lo stesso manager italo canadese, nella maratona di presentazione durata 11 ore. Innanzitutto focus sui marchi premium, come la Maserati, e rilancio dell’Alfa Rom eo, con otto nuovi modelli prodotti interamente in Italia. Il secondo punto è strategico: nel mass market in Europa ci sarà prudenza, visto “il suo continuo deterioramento”. La terza priorità, invece, è Jeep, che Marchionne vuole rendere un “marchio davvero globale”, dopo una stima sul 2014 che parla di 1 milione di vetture vendute. Al quarto punto Marchionne cita le economie di scala: “Devono essere sufficientemente ampie per giustificare nuovi investimenti” ha detto lanciando l’obiettivo di vendere fino a 7 milioni di vetture nel 2018. Ultimo della lista un tema che suona come un messaggio per analisti e mercati: le risorse per realizzare il piano ci sono. Entro il 2018, il gruppo sarà “quasi libero da debito” e con margini “equivalenti a quelli di gruppi rivali”. Per garantire che tutto questo accada, ovviamente, il manager italo canadese resterà al comando del gruppo per altri 5 anni.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su