Header Top
Logo
Giovedì 30 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • La madre di Aldrovandi: incredibile assassini tornati in servizio

VIDEO
colonna Sinistra

La madre di Aldrovandi: incredibile assassini tornati in servizio

Patrizia Moretti a Milano per presentare il suo libro sul figlio

Milano (TMNews) – C’era anche il Questore di Milano, Luigi Savina, alla libreria milanese “Feltrinelli” di Piazza del Duomo dove Patrizia Moretti, madre di Federico Aldrovandi, ha presentato, alla presenza del sindaco Giuliano Pisapia, il suo libro “Una sola stella nel firmamento”, scritto con la psicologa Francesca Avon ed edito da Il saggiatore, in cui ha raccontato la sua storia di mamma-coraggio e l’umanità di Federico.”Il mio libro – ha spiegato – nasce dalla speranza, anzi dall’amore per mio figlio o dall’amore di ogni mamma per il proprio il figlio, questo è il motivo conduttore”.Il 18enne ferrarese morì il 25 settembre 2005 in seguito alle violenze subite da 4 poliziotti, condannati per l’omicidio. Tre di essi però sono tornati in servizio dopo aver scontato la pena di 6 mesi e un periodo di sospensione, accolti (tra l’altro) dagli applausi dai colleghi. Entrambi circostanze che, oltre a suscitare un fiume di polemiche, secondo Moretti, hanno ucciso Federico una seconda volta.”Mi sembrava logico e scontato – ha detto – che queste persone non potessero continuare a fare questo lavoro ma sono state reintegrate. Abbiamo chiesto di vedere gli atti di questa decisione ma c’è stato negato l’accesso”.Per far sì che in futuro non si ripetano episodi simili è in fase di approvazione in Parlamento il cosiddetto “dl Tortura” fortemente caldeggiato dalla presidente della Camera, Laura Boldrini. Intanto la polemica si è spostata su un altro fronte, ovvero sull’uso delle magliette come quella indossata dal capo-ultrà del Napoli Genny ‘a carogna, in sostegno di Antonino Speziale condannato per l’omicidio dell’ispettore capo di polizia, Filippo Raciti.”L’unica cosa che posso condannare fermamentre sempre e comunque – ha concluso Moretti – è ogni forma di violenza, da chiunque venga commessa. L’importante è che non venga commessa mai più da persone che indossano la divisa”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su