Header Top
Logo
Venerdì 23 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Lavoro, Bagnasco: “Serve rivoluzione culturale, da io a noi”

VIDEO
colonna Sinistra

Lavoro, Bagnasco: “Serve rivoluzione culturale, da io a noi”

Omelia del cardinale nel giorno del patrono dei lavoratori

Genova (TMNews) – Nel mondo del lavoro serve una rivoluzione culturale, per passare dall’io al noi, e bisogna sostenere chi crea lavoro semplificando le burocrazie. Sono alcuni dei passggi chiave dell’omelia che il cardinale Angelo Bagnasco ha dedicato al mondo del lavoro per la ricorrenza di San Giuseppe, patrono dei lavoratori.”E’ necessaria e credo sia in atto e sia possibile una rivoluzione culturale concreta. Bisogna accelerare la conversione dall’io al noi, dal mio al nostro: non certo nel senso che non esistono più l’io e il mio, ma nel senso che non possono essere mai più intesi come degli assoluti, come fatto finora, cioè slegati dal resto del mondo”.Il presidente della Cei e arcivescovo di Genova ha sottolineato che “la rivoluzione culturale deve investire non solo il modo di pensare privato ma anche comunitario e sociale, con ricadute sulla concezione del lavoro, sulla visione di un’economia umana e di una società che non sia un agglomerato di individui ma una comunità solidale”.Secondo il presidente della Cei, “se non si velocizza e non si incentiva, si scoraggia e si allontana ogni lavoro vecchio e nuovo”. Bagnasco ha poi elogiato le iniziative di molti giovani che “hanno scovato nuove vie di occupazione, grazie allo spirito di intraprendenza e alla genialità che caratterizza il mondo giovanile”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su