Header Top
Logo
Lunedì 26 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • In calo nel 2013 i prezzi delle assicurazioni Rc auto

VIDEO
colonna Sinistra

In calo nel 2013 i prezzi delle assicurazioni Rc auto

Focarelli (Ania): gli assicurati hanno speso un miliardo in meno

Roma (TMNews) – Nel 2013 gli italiani hanno speso un miliardo in meno per l’Rc auto rispetto al 2012. E’ quanto emerge da uno studio dell’Ania (l’Associazione delle assicurazioni) illustrata in un’intervista a TMNews dal Direttore generale Dario Focarelli: “Dall’indagine sui prezzi effettivamente pagati in dicembre – dice Focarelli – abbiamo osservato una riduzione del 6% dei prezzi. Per tutto il 2013 il calo è del 4,5%, che equivale a oltre un miliardo pagato in meno dagli assicurati. La riduzione dei prezzi dipende da un fattore congiunturale, cioè la riduzione della circolazione dovuto alla crisi che riduce gli incidenti e spinge la riduzione dei prezzi. Poi c’è un fattore più strutturale dovuto alle norme introdotte dal Governo Monti che prevedono l’accertamento strumentale dei danni lievi, il cosiddetto colpo di frusta, di cui si e verificata una forte riduzione. Il calo del 2013 non colma il divario tra i nostri prezzi e quelli medi europei, ma ci dice che avere prezzi più alti ma non è condanna biblica: quando le condizioni di mercato lo consentono, i prezzi scendono anche da noi. Bisogna procedere dunque con gli interventi strutturali di riduzione dei costi: è in discussione un nuovo decreto per ridurre i comportamenti speculativi, opportunistici e fraudeolenti e bisogna chiedersi anche se è giusto avere risarcimenti per danni gravi o anche in caso morte, che in Italia sono doppi o tripli rispetto ad altri Paesi. Approvare nuove tabelle che regolamentano i danni gravi è una scelta politica”. Sul fenomeno in crescita dei veicoli che circolano non assicurati, Focarelli dice: “I veicoli non assicurati sono circa 3 milioni e sono concentrati in alcune aree paese. Per scoprirli bisogna usare di più la tecnologia (telecamere, ztl, tutor) e verificare se i veicoli hanno l’ assicurazione. Molto è stato fatto in termini normativi. Ora bisogna migliorare l’ organizzazione. E credo che ci arriveremo”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su