Header Top
Logo
Martedì 27 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Renzi: piano per il lavoro in 3 punti, si parte dal Made in Italy

VIDEO
colonna Sinistra

Renzi: piano per il lavoro in 3 punti, si parte dal Made in Italy

L'annuncio a Pitti Uomo, di articolo 18 si discute alla fine

Firenze (TMNews) – Le riforme istituzionali come quella della legge elettorale sono solo la cornice di un puzzle più sostanzioso, al centro del quale ci devono essere grandi cambiamenti nel mondo del lavoro. Ne è convinto il segretario del Pd, Matteo Renzi, che nel corso della presentazione di Pitti Immagine Uomo annuncia un piano per il 2014.”Nei prossimi giorni, nelle prossime ore, esprimeremo un documento che abbia tre punti di riferimento: non puoi parlare di creare lavoro nel sistema manifatturiero tradizionale se hai un costo dell’energia del 30% più alto di quello dei Paesi concorrenti”.Da aggredire, per il segretario del Pd, sono i costi della burocrazia e dell’energia, veri motivi per i quali le aziende decidono di lasciare l’Italia. Quello del costo del lavoro, aggiunge Renzi, era valido fino a dieci anni fa. Il piano per il lavoro non deve però diventare una discussione sull’articolo 18.”Contemporaneamente, solo alla fine, c’è la discussione non ideologica sulle regole contrattuali che dia garanzie a chi in questi anni non le ha avute”.Secondo Renzi bisogna ridefinire le condizioni che consentono di fare impresa, puntando su 6 settori per creare posti di lavoro: il primo è il made in Italy, ma ci sono anche manifattura tradizionale, Ict e tecnologia, cultura e turismo.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su