Header Top
Logo
Mercoledì 22 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Piazza San Pietro parla napoletano, col presepe partenopeo

VIDEO
colonna Sinistra

Piazza San Pietro parla napoletano, col presepe partenopeo

Sepe: non c'è solo il dramma della Terra dei Fuochi

Roma – In piazza San Pietro si parla napoletano. Quest’anno, infatti, per la prima volta, il presepe allestito in Vaticano è opera dell’artigianato artistico partenopeo. Un presepe che fa rivivere il dramma della terra dei fuochi perchè la cornice richiama l’ambiente della Campania Felix. Napoli, sofferente e mortificata per tante ragioni, si presenta così sul palcoscenico internazionale con una delle sue tante positività ed eccellenze.L’arcivescovo di Napoli, il cardinale Crescenzio Sepe:”E’ una manifestazione reale del mistero dell’incarnazione. Non è solo il Bambino, San Giuseppe, la Madonna: è la vita quotidiana del napoletano che viene raffigurata e rappresentata, con un’apertura verso il Bambino”.16 figure alte due metri, realizzate come i pastori napoletani, con testa e arti in terracotta policroma, occhi in cristallo e abiti in tessuto, che riportano alle composizioni settecentesche realizzate per le chiese.Dal cardinale Sepe un messaggio di speranza: Napoli non è solo il dramma della terra dei fuochi:”Il presepe napoletano vuole essere un segno forte delle cose belle ed eccellenti che Napoli può produrre per il godimento artistico, culturale e religioso del mondo intero”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su