Header Top
Logo
Lunedì 20 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Mercato immobiliare, Confedilizia e Fiaip: no a seconda rata Imu

VIDEO
colonna Sinistra

Mercato immobiliare, Confedilizia e Fiaip: no a seconda rata Imu

"Troppe tasse sulla casa, governo risponda"

Roma (TMNews) – Il momento per l’edilizia non è affatto buono: nè si vende nè si compra e la nuova legge di stabilità consacra e prospetta a tempo indefinito una situazione inaccettabile. L’allarme arriva da Confedilizia che ha organizzato a Roma un evento-dibattito con istituzioni, organizzazioni e cittadini per parlare delle tasse sulla casa e in particolare per dire no alla seconda rata dell’Imu. La pressione per il 2014 basata sulla legge di stabilità – denuncia Confedilizia – è di 29 miliardi di euro. Il presidente Corrado Sforza Fogliani:”Una delle domande che vogliamo porre alle istituzioni è come mai la service tax sia stata cancellata. Credo che sia stata sostituita di fatto con un Imu-bis perchè non si vuole in questo Paese che si introduca il federalismo competitivo”.All’evento intitolato “Home Day” è intervenuto anche il presidente nazionale della Fiaip, Federazione Italiana Agenti Immobiliari Professionali, Paolo Righi, che boccia totalmente la seconda rata dell’Imu.”L’Imu va tolta perchè è una patrimoniale che ha depresso il mercato. Vanno cambiate le modalità con cui si tassano gli immobili in Italia perchè il governo Monti attraverso l’aumento del 60% dei coefficienti catastali ha praticamente portato la tassazione immobiliare italiana da 12 miliardi della vecchia Ici a 25 miliardi. Poi hanno aggiunto la Tares, con altri 5 miliardi e siamo a 30 miliardi, ovvero tassazione più alta d’Europa. Siamo contrari alla tassazione eccessiva che porta a una decrescita del nostro mercato”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su