Header Top
Logo
Martedì 28 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Chirurgia robotica in Italia: un’eccellenza da 10mila operazioni

VIDEO
colonna Sinistra

Chirurgia robotica in Italia: un’eccellenza da 10mila operazioni

Come funziona il sistema robotico Da Vinci

Milano (TMNews) – Dal fare i baffi alla Gioconda a salvare vite umane. Il sistema Da Vinci mostra in questo esercizio di precisione tutte le potenzialità della chirurgia robotica, che ormai in Italia ha numeri importanti, con 10mila pazienti nel 2013. Da una console di comando il medico può guidare i 4 bracci del macchinario e operare con una visione tridimensionale, manovrando strumenti capaci di un’articolazione di oltre 360 gradi, come fossero polsi ma senza tremore umano. I vantaggi per i pazienti li spiega Mauro Frongia, direttore dipartimento patologia renale, urologia e chirurgia robotica dell’azienda ospedalier Brotzu di Cagliari. “Come tutte le chirurgie mininvasive ha il vantaggio di fare in modo che pazienti possano essere dimessi in periodo più breve e sentono molto meno dolore post operatorio. La chirurgia robotica nell’80% dei casi viene usata in interventi di urologia, il reparto del professor Frongia è stato il primo in Europa ad usarla per un trapianto di rene. Un esempio di eccellenza che dimostra come l’Italia sia fra i leader del settore, spiega Francesca Cerruti di Ab Medica, maggior azienda del settore. “Abbiamo nostri specialisti punti di riferimento della chirurgia robotica, abbiamo centri di formazione e devo dire che contiamo più di 400 specialisti alla console ogni giorno”. In tutto ci sono 64 esemplari di robot Da Vinci in Italia, seconda in Europa solo alla Francia, concentrati principalmente negli ospedali del Nord.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su