Header Top
Logo
Venerdì 24 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Teste Concordia: non comunicammo inchino a nessuno -VideoDoc

VIDEO
colonna Sinistra

Teste Concordia: non comunicammo inchino a nessuno -VideoDoc

Schettino aveva rinviato inchino per maltempo

Grosseto, (TMNews) – Nel programma cartaceo distribuito “a tutti gli ospiti della nave” comparve l’indicazione “navigazione turistica” vicino al Giglio, con una modifica apposta soltanto un’ora prima della partenza, e della quale non era stata fatta comunicazione “all’armatore”. Lo ha precisato Giovanni Iaccarino, ufficiale di coperta sulla Costa Concordia, la notte del naufragio, al Giglio, il 13 gennaio 2013.Chiamato a testimoniare nel processo all’ex comandante Francesco Schettino, a Grosseto, Iaccarino ha detto che “Questo cambiamento fu fatto un’ora prima della partenza.” Iaccarino ha anche escluso che della modifica alla manovra fosse data comunicazione né a a Costa né alle capitanerie di porto. La settimana precedente al naufragio avvenuto il 13 gennaio 2012, il maitre di bordo Antonello Tievoli aveva già chiesto al comandante Francesco Schettino di avvicinari al Giglio, con una modifica alla rotta della Costa Concordia. Lo ha confermato Francesco Iaccarino, “E mi ricordo che Schettino venne sul ponte con me e disse: ‘no, c’è troppo mare, non lo facciamo”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su