Header Top
Logo
Sabato 25 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Mexico City, il ricordo del massacro di Tlatelolco dopo 45 anni

VIDEO
colonna Sinistra

Mexico City, il ricordo del massacro di Tlatelolco dopo 45 anni

Ancora oggi non si conosce il bilancio effettivo della tragedia

Città del Messico (TMNews) – Migliaia di cittadini messicani hanno manifestato per le strade della Capitale, Città del Messico per commemorare il massacro di Tlatelolco che avvenne la notte tra il 2 e il 3 ottobre del 1968 il cui bilancio, 45 anni dopo la tragedia, resta ancora un mistero. La polizia sparò su una folla di studenti in piazza delle Tre Culture nel quartiere di Tlatelolco, durante una manifestazione. Secondo fonti governative ci furono solo 34 morti, in gran parte poliziotti, ma le cronache dell’epoca parlano di centinaia di cadaveri rimasti sull’asfalto e migliaia di studenti arrestati e, da allora, scomparsi nel nulla.Le mamme e i parenti di “desaparecidos” del massacro di Tlatelolco ancora chiedono giustizia.La strage avvenne 10 giorni prima dell’inizio dei Giochi olimpici, mentre il mondo era in fermento per le manifestazioni studentesche e le proteste antirazziste. Le prime schermaglie tra polizia e studenti c’erano già state in seguiti a controlli preventivi degli agenti nelle università. Gli studenti iniziarono a manifestare per le strade contro il presidente Ordaz e la polizia represse le proteste nel sangue.I giochi olimpici, tuttavia, malgrado la tragedia, non vennero cancellati, rimanendo nella storia soprattutto per la forte connotazione simbolica e politica e in particolare, per quel pugno guantato di nero, levato al cielo sul podio dai velocisti americani Tommie Smith e John Carlos contro la violazione dei diritti umani. Quel gesto verrà ricordato come la più clamorosa protesta di sempre nel corso di un’Olimpiade.(Immagini Afp)

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su