Header Top
Logo
Venerdì 28 Luglio 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • La pista ciclabile di De Magistris sotto la lente della Procura

VIDEO
colonna Sinistra

La pista ciclabile di De Magistris sotto la lente della Procura

Due ipotesi investigative: abuso d'ufficio e attentato sicurezza

Napoli, (TMNews) – Se per pista ciclabile si intende una “parte longitudinale della strada, opportunamente delimitata, riservata alla circolazione dei velocipedi”, qui non ci siamo proprio. Siamo per le strade di Napoli, dove il sindaco De Magistris avrebbe voluto realizzare la prima pista ciclabile della storia della città, e il dettato del Codice della Strada non sembra applicato proprio alla lettera. Se n’è accorta anche la procura, che ha firmato un ordine di acquisizione atti alla polizia giudiziaria, oltre che molti cittadini che si interrogano sulla opportunità di investire un milione e centomila euro di fondi regionali e comunali per una ciclovia. Due le ipotesi investigative su cui lavorano gli uomini della polizia giudiziaria: abuso d’ufficio e attentato alla sicurezza pubblica. Nel primo caso si indaga sui rapporti tra Comune e Ati, l’associazione temporeanea di imprese a cui è stata appaltata la pista. Nel secondo sulla realizzazione dell’infrastruttura, dalla segnaletica ai requisiti per la sicurezza dei ciclisti. In particolare preoccupa il tratto tra via Partenope all angolo di via De Cesare e via Orsini, come testimonia l’esperienza di questo ciclista.”Innanzitutto è pericolosissima per il passaggio di macchine all’improvviso, non c’è visuale anche per i pullman che passano. Per noi ciclisti è abbastanza pericolosa da attraversare”.L’ultima parola ora spetta alla Procura, che dirà se la pista ciclabile di De Magistris è un bluff come molti accusano.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su