Header Top
Logo
Giovedì 23 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Pompei, antica necropoli sotto l’agrumeto restituita a un privato

VIDEO
colonna Sinistra

Pompei, antica necropoli sotto l’agrumeto restituita a un privato

La Soprintendenza perde la causa al Tar dopo 14 anni d'inerzia

Pompei (TMNews) – Si potrebbe dire che “piove sul bagnato”; in 24 ore l’area archeologica di Pompei, patrimonio mondiale dell’Unesco dal ’97, è stata protagonista di 2 importanti fatti di cronaca. Da un lato l’ennesimo cedimento strutturale, per fortuna di lieve entità, dall’altro un surreale tira e molla tra la Soprintendenza e la signora Antonietta Nunziata, proprietaria di un agrumeto in cui furono rinvenute tombe dell’antica necropoli pompeiana. L’avvocato Livio Provitera è il suo rappresentante legale.”La legge – spiega l’avvocato – dice che, finita l’occupazione temporanea, o il bene viene restituito al legittimo proprietario oppure viene acquisito dall’ente con la procedura di esproprio. O in alternativa si può procedere a un atto di cessione volontario con un atto di compravendita perfezionato davanti a un notaio. Dal 2004 ad oggi, però, non è stato fatto né l’uno né l’altro”.La signora Antonietta, ormai 80enne, è tornata dunque proprietaria del suo agrumeto ma non delle rovine che, per legge, appartengono allo Stato. Si pone ora il problema di cosa accadrà nel futuro, anche nell’interesse dei beni venuti alla luce.”La signora Nunziata è affezionata in maniera particolare a questo sito archeologico e ama gli scavi di Pompei e quindi vorrebbe che questo sito fosse ripreso dalla Soprintendenza ai beni archeologici di Pompei”.La Soprintendenza di Pompei, dal canto suo, ha fatto sapere che si adopererà per portare, al più presto, a termine le procedure per rientrare in possesso dell’area.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su