Header Top
Logo
Venerdì 24 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Crisi, la Lombardia è in codice rosso: l’allarme di Confidustria

VIDEO
colonna Sinistra

Crisi, la Lombardia è in codice rosso: l’allarme di Confidustria

Barcella: Decreto PA quantitativamente modesto e troppo diluito

Milano (TMNews) – Il sistema industriale lombardo è come un malato in codice rosso, in emergenza immediata e straordinaria. Questo il grido di allarme lanciato da Confindustria Lombardia che ha snocciolato una serie di numeri per dare il senso della crisi: disoccupazione quasi all’8%, 25 per i giovani, cassa integrazione in aumento del 7,5%, credito alle imprese in calo del 4,9%. Un bollettino di guerra che richiede misure straordinarie e non più rinviabili. In primo luogo lo sblocco dei crediti della PA, come spiega il presidente di Confindustria Lombardia, Alberto Barcella.”Un passo avanti è stato fatto con i provvedimenti presi dal governo durante il weekend, anche se riteniamo che quantitiavemente e tenporalmente questi provvedimenti non riescano a dare piena soddisfazione alle esigenze delle imprese”. Altra questione vitale per il sistema produttivo lombardo è la liquidità e le risorse per finanziare la cassa in deroga.”Il problema dell’accesso al credito. Noi chiediamo in particolare alla Giunta regionale che ci sai un’attenzione particolare nei confronti dei confidi, strumento indispensabile soprattutto per le piccole e piccolissime imprese”.Fra le altre misure chieste dagli industriali lombardi, il blocco dell’aumento Iva, delle addizionali Irpef e dell’Imu sugli immobili industriali. Per rilanciare l’occupazione invece, bisognerebbe rivedere la riforma Fornero e ridurre il cuneo fiscale sul lavoro. Fondamentale però per portare avanti questo piano di azioni è avere presto un nuovo governo: andare ad elezioni adesso come ha sottolineato Barcella sarebbe un suicidio.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su