Header Top
Logo
Lunedì 26 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Scavi di Pompei e Ercolano in sofferenza per carenze di organico

VIDEO
colonna Sinistra

Scavi di Pompei e Ercolano in sofferenza per carenze di organico

Al British Museum grande successo dei reperti "in prestito"

Pompei (TMNews) – Nessuno è profeta in Patria. Al British Museum di Londra sta riscuotendo un grandissimo successo la mostra “Vita e morte di Pompei ed Ercolano” dove sono esposti 450 reperti archeologici, compresi i calchi di persone e animali sorpresi dall’eruzione del Vesuvio nel 79 d. C., recuperati dai magazzini degli scavi. Come contraltare, però, si registra la chiusura di parte degli scavi e alcune case di enorme importanza che vengono negate agli occhi del pubblico. Ci sono tanti turisti ma pochi custodi per questo tesoro prezioso come spiega Antonio Pepe, segretario della Cisl di Napoli.”Vorremmo che l’amministrazione e i progettisti chiarissero perchè molte case restano chiuse al pubblico benchè siano state restaurate. Se è solo un problema di personale perchè non incontrano i sindacati per fare una riorganizzazione generale del servizio e di distribuire il personale secondo le esigenze dei siti”.Ma non solo i sindacati lamentano che sono solo i lavoratori a fare le spese di questa situazione. I custodi cercano ogni giorno di mandare avanti la barca, senza un’organizzazione adeguata, sotto organico basti pensare che il sito resta aperto 365 giorni l’anno dalle otto e mezza a mezz’ora prima del tramonto. Un carico di lavoro molto pesante per il personale ridotto ai minimi termini e che lavora poi in locali prefabbricati in cemento e amianto che non rispettano le norme sanitarie.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su