Header Top
Logo
Domenica 26 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Raoul Bova sciupafemmine, diventa padre all’improvviso

VIDEO
colonna Sinistra

Raoul Bova sciupafemmine, diventa padre all’improvviso

Nel film di Edoardo Leo "Buongiorno papà", dal 14 in sala

Roma (TMNews) – Raoul Bova è uno sciupafemmine che diventa padre all’improvviso: succede nella commedia di Edoardo Leo “Buongiorno papà”, nelle sale il 14 marzo. Bova è un quasi quarantenne che non vuole prendersi nessuna responsabilità, ma un giorno in casa gli piomba una diciassettenne ribelle che dice di essere sua figlia. E di uomini così, secondo l’attore, ce ne sono diversi.”Diciamo che uno ce l’ho qui davanti a me, ed è stata la mia ispirazione, poi abbiamo fatto un collage di tanti amici nostri, che ci fanno molto ridere. E’ per quello che abbiamo giocato sul personaggio, sul piacione”. Per Leo la sindrome di Peter Pan tra gli uomini è molto diffusa.”Le mie amiche 30enni-35enni, single, mi dicevano ‘trovare un uomo, 40enne, adesso, è complicatissimo, sono degli irresponsabili, sembrano dei bambini di 25 anni’.E allora ho pensato che fosse un’idea giusta per farne una commedia”.Oltre al 40enne sciupafemmine nel film c’è un nonno rockettaro interpretato da Marco Giallini e un amico molto infantile interpretato dallo stesso Leo. Le donne sembrano molto più centrate.”C’è un modello di donna che è stato raccontato al cinema da un po’ di anni che rappresenta solo una piccola parte delle donne, invece ce ne sono tante che sono la parte forte, centrale di questa società, che non sono state raccontate bene”.Tra le scene più divertenti del film c’è sicuramente quella di nonno Giallini che si esibisce vestito da cantante dei Kiss.Leo: “Era irresistibile, quando è uscito dal camper, mezza troupe è cascata per terra”Bova: “La difficoltà più grossa del film, devo dire, sono state proprio le risate,che interrompevano ogni secondo le riprese.. Ad un certo punto dicevano: Ragazzi dovete andare avanti, fate le persone serie, e lei ci redarguiva, dicendo ragazzi ‘ma vogliamo andare avanti’ e noi, ahhahhaha”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su