Header Top
Logo
Martedì 25 Aprile 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Tiziano alle Scuderie, il trionfo del colore tra sacro e profano

VIDEO
colonna Sinistra

Tiziano alle Scuderie, il trionfo del colore tra sacro e profano

In mostra a Roma 40 opere del maestro veneto fino al 16 giugno

Roma, (TMNews) – Tiziano arriva a Roma da Venezia per una mostra alle Scuderie del Quirinale che celebra l’intera attività del pittore. Quaranta dipinti del maestro del Cinquecento ripercorrono i tratti salienti della sua lunga carriera, dagli anni giovanili alle tele per i dogi, gli Este e i Della Rovere, fino ad arrivare alle committenze imperiali di Carlo V e Filippo II. Il Vecellio fu colui che all’epoca seppe meglio incarnare la rivoluzione e il trionfo del colore. Autore prolifico, si cimentò in soggetti diversi: religiosi, erotici, mitologici fino ai celebri ritratti in cui coglie la psicologia dei personaggi. Il curatore Giovanni C.F.Villa: “L’eccezionalità di questa mostra, che in italia non si faceva dai tempi della mostra di Cà Pesaro a Venezia nel 1935, è raccontare tutto Tiziano attraverso i suoi massimi capolavori, icone che hanno rappresentato in tanti casi singole esposizioni. Lo vediamo dagli esordi, quel classicismo cromatico fatto di macchie di colore contrapposte a paesaggi luminosissimi, fino alle ultime opere, quella dissoluzione della materia che diventerà scuola fino agli impressionisti e che solo l’arte cubista saprà evolvere dopo di lui”. Tra le opere più conosciute presenti in mostra figurano la “Flora” degli Uffizi, capolavoro degli anni giovanili, le Crocifissioni e altri dipinti religiosi, come la “Pala Gozzi” di Ancona e il monumentale “Martirio di San Lorenzo”. E ancora, la “Danae e la pioggia di monete d’oro” di Capodimonte e i ritratti tra cui spiccano quelli di “Paolo III senza camauro” e di “Carlo V con il cane”. La mostra rimarrà aperta dal 5 marzo al 16 giugno.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su