Header Top
Logo
Venerdì 23 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Genova, il degrado del cimitero dove riposano Mazzini e De Andrè

VIDEO
colonna Sinistra

Genova, il degrado del cimitero dove riposano Mazzini e De Andrè

L'assessore: ci mancano i fondi per ristrutturazione

Genova, (TMNews) – Chissà cosa direbbe Hemingway, che lo aveva definito una delle meraviglie del mondo, se lo vedesse oggi. Il Cimitero monumentale di Genova, uno dei più importanti d’Europa al pari del Pere Lachaise a Parigi, si presenta così:Muri scrostati, tombe dissestate, erbacce infestanti: l’abbandono è ovunque. E poco importa se qui sono sepolti nomi che hanno fatto la nostra Storia, da Giuseppe Mazzini al partigiano Ferruccio Parri, dal cantautore Fabrizio De Andrè al poeta Edoardo Sanguineti.Questo monumento, nato nel 1835 sotto la spinta dell’editto napoleonico di Saint Cloud, è diventato il simbolo di un degrado che certo non giova al turismo del capoluogo ligure. Ma per ristrutturarlo servirebbero fondi che il Comune di Genova, in tempi di spending review e tagli ai trasferimenti statali, non ha, come spiega l’assessore ai Servizi cimiteriali Elena Fiorini.La presenza delle gallerie storiche da un lato è una ricchezza dall’altro è una difficoltà per la manutenzione.Nelle intenzioni dell’amministrazione il cimitero monumentale di Staglieno punta però diventare una vera e propria attrazione turistica. “Noi abbiamo un importante progetto di sviluppo del cimitero come area turistica. Abbiamo già assegnato l’appalto per la ristrutturazione di tutta l’area dell’accoglienza”.Sui tempi di completamento del progetto però non ci sono indicazioni. Con buona pace di quanti, illusti e meno illustri, lì riposano in eterno.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su