Header Top
Logo
Giovedì 30 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Appalti truccati a Benevento: divieto di dimora per il sindaco

VIDEO
colonna Sinistra

Appalti truccati a Benevento: divieto di dimora per il sindaco

Quattordici misure cautelari per amministratori e imprenditori

Benevento (TMNews) – Mostra disappunto anche nei confronti delle telecamere che lo attendevano all’uscita dalla Questura, Fausto Pepe, sindaco di Benevento (del Pd), finito nel mirino della Magistratura per un sospetto coinvolgimento in una vicenda di appalti truccati. L’autorità giudiziaria gli ha notificato l’obbligo di dimora in un comune diverso dal capoluogo sannita. Arrestati, invece, il presidente del Consiglio comunale Luigi Boccalone (del Pd, già assessore alle Finanze) e il consigliere comunale Aldo Damiano (della lista civica Lealtà per Benevento, già assessore ai Lavori pubblici). I reati ipotizzati sono concussione, anche elettorale, corruzione, truffa aggravata, turbative di gare, frodi nelle pubbliche forniture, falsità ideologiche, abusi di ufficio e frodi fiscali tramite l’emissione di fatture false. In pratica gli indagati avrebbero costituito un vero e proprio “comitato d’affari trasversale” di politici, rappresentanti istituzionali e imprenditori locali che, tramite amicizie e coinnivenze, riuscivano a pilotare gli appalti per i lavori pubblici e la fornitura di servizi, in modo da favorire indebitamente un ristretto gruppo di persone. Sessantuno in tutto gli indagati, 14 le misure cautelari (4 in carcere, 3 ai domiciari, 7 obblighi di dimora in un comune diverso da Benevento).

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su