Header Top
Logo
Giovedì 23 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • La telefonata tra Schettino e il comandante Manna – VideoDoc

VIDEO
colonna Sinistra

La telefonata tra Schettino e il comandante Manna – VideoDoc

La prima ricostruzione del naufragio della Costa Concordia

Grosseto (TMNews) – C’è una telefonata che precede di circa mezz’ora quella ascoltata in tutto il mondo tra il comandante della Costa Concordia, Francesco Schettino e l’ufficiale operativo Gregorio De Falco. Schettino ha abbandonato la nave, si trova sugli scogli di fronte alla Concordia e viene chiamato dal comandante Leopoldo Manna, dal comando delle capitanerie di porto a Roma. Manna usa un tono fermo e deciso, ma forse è proprio quanto emerge da questa chiamata a spiegare la rabbia a cui si lascerà poi andare De Falco. Per la Procura di Grosseto, già in queste parole, le spiegazioni che fornisce Schettino sono imbarazzate e confuse, e non vuole ammettere di essere passato, di sua iniziativa e a motore manuale, troppo vicino agli scogli dell’isola del Giglio.00.04.10.-00.04.49″Avete preso qualcosa?” “Dovevamo fare navigazione turistica ho sentito un colpo e abbiamo fatto black out eravamo a 0,18 più o meno dal Giglio e ci stava acqua e di colpo ho sentito un colpo boom ho fatto fare il download del vdr e niente adesso vediamo le cause.Una serie di scuse, poi, per motivare il suo abbandono della nave, reato contestato all’ex comandante della Concordia assieme all’omicidio plurimo colposo e al danno ambientale.00.05.50 – 00.06.00La nave si è girata di colpo, se non andavamo sulle lance finivamo lo stesso in mare.Nell’audio della telefonata con il comandante Manna, c’è anche uno dei momenti ritenuti più grotteschi dagli inquirenti: è quando Schettino spiega di aver fatto ammainare le scialuppe di dritta con la speranza che la nave si raddrizzasse almeno un po’.00.00.57 00.01.17Siamo andati su basso fondale, ho dato fondo a due ancore in modo che man mano che si sono allagati tre compartimenti e la nave sbandava, e sbandava sempre di più, prima di arrivare al limite, ho messo le lance in acqua: quelle di dritta le ho messo per prima, pensando che togliendo peso la nave si raddrizzasse un pochettino.E come poi nella telefonata di De Falco, Schettino non è in grado di quantificare le persone rimaste a bordo della Concordia00.05.08 – 00.05.23Quante persone ci sono, quanti anziani a bordo lei non è in grado di dirmelo? “E no perchè suiamo con le guardie municipali sullo scoglio di fronte alla nave, ma non so perchè le hanno portate tutte a terra”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su