Header Top
Logo
Venerdì 23 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Bancarotta e frode da 120 mln per il Cantiere Navale di Pesaro

VIDEO
colonna Sinistra

Bancarotta e frode da 120 mln per il Cantiere Navale di Pesaro

Gdf sequestra 10 milioni di beni agli amministratori

Pesaro, (TMNews) – Sei immobili e quattro veicoli tra Milano e Novara, del valore di 10 milioni di euro: è quanto hanno sequestrato i finanzieri del Nucleo di Polizia tributaria di Pesaro agli amministratori del Cantiere Navale di Pesaro. Per loro, che attualmente vivono nel Principato di Monaco, l’accusa è di bancarotta fraudolenta e omesso versamento di Iva e Irpef.L’indagine, durata oltre due anni, è partita dalla relazione per la procedura di fallimento della società pesarese, dalla quale è emerso un disegno preordinato di ‘svuotamento’ delle casse societarie da parte dei suoi amministratori. Questi, secondo quanto accertato dalle fiamme gialle, avevano intascato 19 milioni di euro che sarebbero dovuti arrivare al Cantiere Navale di Pesaro per la costruzione di sei gasiere a favore della controllante FVH di Novara (amministrata dalle stesse persone della controllata)Gli amministratori avrebbero inoltre ottenuto prestitifinanziari, a beneficio della FVH e a danno del Cantiere Navale,per oltre 10 milioni di euro. Il passivo della società fallita è di oltre 120 milioni di euro e tra il 2009 e il 2010 non ha mai versato Iva e imposte dirette. In caso di condanna gli amministratori rischiano una pena fino a dieci anni di reclusione.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su