Header Top
Logo
Giovedì 23 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Palermo, vandali alla scuola “Giovanni Falcone” dello Zen

VIDEO
colonna Sinistra

Palermo, vandali alla scuola “Giovanni Falcone” dello Zen

La provocazione del preside: ora basta, spostiamola altrove

Palermo (TMNews) – “Non ha più senso continuare a tenere questa scuola qua, la spostiamo da un’altra parte sperando che finalmente di possa lavorare in pace”. Andare altrove, una provocazione dettata dallo sconforto: è la reazione del preside Domenico Di Fatta al nuovo episodio di vandalismo accaduto, durante il lungo ponte di Ognissanti, alla scuola “Giovanni Falcone” del popolare quartiere Zen di Palermo. I teppisti sono entrati negli uffici della presidenza al primo piano dopo essersi arrampicati dall’esteno e hanno distrutto ogni cosa: computer, scrivanie, armadietti ,finestre e persino il il distributore automatico di bevande.”E’ pure diseducativo per i ragazzi vedere che continuamente vedere che il loro material, le loro aule vengano danneggiate senza che nessuno faccia niente. Lavoriamo e proviamo a farlo ogni giorno però evidentemente non è accettato questo nostro lavoro”.La scuola “Falcone” di Palermo detiene un vero e proprio record negativo per quanto riguarda i furti e le devastazioni subiti: 40 episodi in 2 anni. Un’atmosfera insostenibile – denuncia l’assessore comunale alla Scuola, Barbara Evola – che non può e non deve lasciare indifferenti le autorità a tutti i livelli.”Il frutto di anni di pessime riforme e inutili proclami ha consentito alle forze malavitose di riprendere la gestione del territorio. A Roma, anziché venire le sfilate qui davanti all’albero e prometterci tablet che non ci servono, comincino a mettere i soldi lì dove servono, ci servono i soldi non chiacchiere inutili”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su