Header Top
Logo
Mercoledì 28 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Bacino termale italiano in crisi, persi 7-8 mila posti lavoro

VIDEO
colonna Sinistra

Bacino termale italiano in crisi, persi 7-8 mila posti lavoro

Gli operatori chiedono investimenti per il rilancio

Padova, (TMNews) – Il bacino termale italiano è in affanno per la crisi economica che colpisce il paese. La situazione è aggravata dalle difficoltà nel rapporto con le istituzioni che non offrono risposte convincenti al rilancio del settore. Lo afferma il presidente di Federterme, Costanzo Jannotti Pecci a margine di un convegno ad Abano Terme in provincia di Padova.”Il settore termale ha un fatturato diretto di circa 850 milioni di euro ma genera un indotto che vale almeno undici volte tanto.Nel 2012, però, la crisi si misurerà con una perdita di giro d’affari. Ci accingiamo a registrare un calo significativo diversificato a seconda delle aree del Paese, ma registreremo in molti casi un calo a due cifre”.Si punta a rilanciare l’internazionalizzazione del sistema e la presenza sui mercati del Nord Europa, perchè il settore è fondamentale nell’economia italiana. “Il termalismo italiano occupa circa 16 mila persone direttamente ma “di fatto ne occupa circa 80 mila in maniera indiretta.Negli ultimi tre anni, purtroppo, si sono persi 7-8 mila posti di lavoro e per imboccare la strada della ripresa è fondamentale “investire in formazione e ricerca scientifica termale”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su