Header Top
Logo
Domenica 19 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Si moltiplicano i casi di phishing, furti d’identità telematici

VIDEO
colonna Sinistra

Si moltiplicano i casi di phishing, furti d’identità telematici

I consigli della polizia postale per evitare di esserne vittima

Napoli (TMNews) – Una mail di un amico, una richiesta d’aiuto, spesso di denaro e l’amo è gettato. Ai “pescatori-hacker” non resta che aspettare che qualche pesce abbocchi consegnando loro password e denaro. Il raggiro, tutto sommato semplice, inizia con il furto d’identità di un utente tramite una finta mail. Questo sistema si chiama “phishing”, come spiega Daniele De Martino dirigente della polizia postale di Napoli.”Nel momento in cui l’utente clicca sul link e si collega al proprio profilo, crede di essersi collegato al propio gestore di servizio ma in realtà nel momento in cui digita la login e la password li fornisce al malintenzionato”.Il passo successivo dell’hacker è l’invio di una serie di mail a tutti i contatti della vittima. Nella maggior parte dei casi si tratta di richieste d’aiuto economico.”Vengono prospettate con una mail che dice mi hanno rubato i documenti e i soldi, devo pagare l’albergo e prendere l’aereo e invita a inviare i soldi indicando o un conto corrente o un circuito di trasferimento internazionale come la Western union”. E per la legge dei grandi numeri qualcuno ci casca. Per evitare di rimanere vittima dei furti d’identità è opportuno non digitare mai i propri dati personali cliccando su link all’interno di mail sospette. Quanto alle possibili vittime del raggiro, invece, è sempre necessario un po’ di buon senso.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su