Header Top
Logo
Martedì 27 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Catania, sindaco Stancanelli indagato: “Non c’entro nulla”

VIDEO
colonna Sinistra

Catania, sindaco Stancanelli indagato: “Non c’entro nulla”

Rinviato a giudizio per abuso d'ufficio parla di onore macchiato

Catania, (TMNews) – “Non ci deve essere nessun cittadino catanese, comunque la pensi, che possa minimamente dubitare che il sindaco di Catania sia un disonesto e un delinquente, questo non l’accetto. Posso essere criticato su tutto, ma nessuno deve mettere in dubbio la mia moralità”. Il sindaco di Catania Raffaele Stancanelli non ci sta e convoca una conferenza stampa per commentare il rinvio a giudizio da parte del Gup di Catania con l’accusa di abuso d’ufficio e violazione dell’articolo 97 della Costituzione. L’ex senatore avrebbe suggerito nomi da inserire nelle commissioni per l’aggiudicazione degli appalti, nel 2006, quand’era assessore regionale alla Famiglia nel governo Cuffaro.”Da lunedì mi attrezzerò con tutti i mezzi che l’ordinamento mi consente perché questo onore che mi è stato macchiato, macchiato, macchiato, macchiato. Io mi rivolgo al presidente della Corte di Appello, al presidente del Tribunale, trovino un sistema per far sapere all’opinione pubblica catanese che non ho nulla a che fare con lo scandalo dei servizi sociali a Catania”. Se necessario, ha precisato il sindaco, si rivolgerà al ministero della Giustizia, al Csm e ai vertici del distretto giudiziario, per chiedere un’ispezione. Tra gli indagati anche l’ex assessore comunale ai Servizi Sociali Giuseppe Zappalà.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su